Skyscanner presenta

Il Futuro del Viaggio nel 2024

Navicella spaziale pronta per il decollo

Primavera 2024

Questa mattina sulla Apple Tv a 3D ci sono solo brutte notizie e la giornata di lavoro si preannuncia lunga ed estenuante. Con un rapido movimento della sua mano, TOM (Traveller of the Millennium) spegne il suo dispositivo a comando gestuale con un sospiro. È proprio tempo di una vacanza.

Dopo aver lavorato 60 ore a settimana per diversi mesi, persino i suoi avvisi su MeTube gli stanno dicendo che deve fuggire da tutto. Anche Siri, la sua coinquilina virtuale, ha capito che la crisi di nervi è vicina.

Senza che lui debba dirle nulla, lei inizia a elencare tutti i viaggi possibili a cui sicuramente lui non potrà dire di no. Forse un viaggio per vedere le mandrie di elefanti africani in via d’estinzione? "Restano solo 20 anni prima scompaiano per sempre", aggiunge lei.

"Forse qualcosa di un po’ più rilassante", risponde lui.

"Uno dei nuovi hotel subacquei", suggerisce lei offuscando le luci, riempiendo la stanza con il suono delle onde che si infrangono sui coralli e proiettando l’ologramma di una splendida vista del fondo marino dalla finestra di una stanza sotto le acque cristalline delle Fiji.

TOM dà un occhio sulle opzioni vacanza
TOM prova virtualmente una stanza d’albergo

Nei 20 minuti successive Siri lancia sulla Tv Glyph di terza generazione un’accurata cascata di immagini, parole, suoni e relativi prezzi per ispirare TOM sulla scelta del suo viaggio.

E infine l’immagine mozzafiato di uno dei nuovi hotel spaziali situato in un’orbita bassa, quella con vista sulla splendida curvatura verde acqua della Terra, lo fa sedere e attira la sua attenzione. "Adesso sì che ragioniamo", borbotta.

"Prenotami un volo, Siri".

Hotel spaziale
Hotel spaziale

"TOM è un personaggio immaginario, ma le tecnologie menzionate nello scenario precedente sono reali o sono in fase di test, oppure sono dei prototipi in via di sviluppo", afferma il co-fondatore di The Future Laboratory, Martin Raymond, che ha collaborato alla redazione di questo rapporto con Skyscanner.

I nostri studi e le interviste agli esperti suggeriscono che tra 10 anni l’era della ricerca e della prenotazione dei viaggi online su più piattaforme e dispositivi sarà solo un ricordo.

Come sostiene Filip Filipov, Head of B2B a Skyscanner: "Nel prossimo futuro ci sarà una conversione del mercato di massa verso la semantica, la geolocalizzazione e le applicazioni Big Data [una massa di dati tale che supera la nostra abilità razionale di gestione e analisi; per comprendere tutti questi dati dobbiamo far ricorso a metodi immaginativi e a differenti modi di visualizzazione], che comporteranno cambiamenti anche per i viaggiatori.

Google Glass

"Entro cinque anni, gadget come i Google Glass useranno queste aree della tecnologia

e si assisterà a un cambiamento radicale nel modo in cui gestiremo le lingue straniere o di come sceglieremo cosa mangiare al ristorante. Tutto basato sulla conoscenza di massa a cui avremo immediato accesso".

È facile essere scettici di fronte a queste previsioni dell’impatto delle nuove tecnologie emergenti sull’industria del viaggio nei prossimi 10 anni. Prevedere quali interfacce e quali dispositivi avranno successo – e quali invece non lasceranno alcuna traccia – non è semplice.

"Dieci anni fa chi l’avrebbe detto che oggi sarebbe stato più che normale comunicare direttamente con gli amici via Skype o per telefono mentre si è in vacanza, invece che inviare cartoline, o scegliere un viaggio da un sito web sullo schermo di un computer, piuttosto che da una brochure dell’agenzia viaggi?" chiede Filipov.

L’esplosione di Internet e delle tecnologie digitali associate all’inizio di questo secolo ha invaso quasi tutti gli ambiti, trasformando il modo in cui pianifichiamo e prenotiamo un viaggio, oltre che il modo in cui lo viviamo.

Tuttavia Filipov è convinto che questa rivoluzione tecnologica sia appena iniziata: "Siamo all’inizio di un viaggio verso la personalizzazione dei contenuti e lo sviluppo di aree, come l’Intelligenza Artificiale, che cambieranno nuovamente il nostro modo di prenotare e di trascorrere le vacanze.

"I servizi di viaggio come Skyscanner sapranno sviluppare online strumenti intuitivi di semantica che conosceranno le tue preferenze: sapranno che viaggi regolarmente per lavoro, che ti porti sempre il bagaglio a mano, che preferisci volare in premium e che ti piace alloggiare in un hotel 4 stelle a non più di un miglio dal luogo del tuo appuntamento.

Computer portatile

"La prenotazione delle tue vacanze estive sarà altrettanto completa, si saprà che preferisci le destinazioni ricche di sole a non più di sette ore di volo, che ti porti almeno due valigie e che ami gli hotel con palestra a due passi dalla spiaggia.

"Per la metà del prossimo decennio, i siti web di viaggi sapranno essere una fonte d’ispirazione personalizzata per le tecnologie digitali presenti dentro casa tua, senza che nessuno lo abbia chiesto loro.

"Essenzialmente, pensa a un mondo di viaggi dove il viaggiatore viene per primo – e le tecnologie lo seguono immediatamente, per rendere la sua esperienza intuitiva, intensa e ispirata".

Questo è il mondo che il rapporto Il Futuro del Viaggio secondo Skyscanner vuole esplorare, per rivelare e spiegare il tipo di tecnologie che si stanno sviluppando oggi, e che sono destinate a rivoluzionare l’industria globale del viaggio nei prossimi 10 anni.

il futuro del mercato turistico globale.

Parte 1: La Ricerca Digitale
Scroll Down

Il Viaggio nel 2024

Per comprendere come viaggeremo negli anni Venti del Duemila dobbiamo considerare i fenomeni sociali, economici e tecnologici che ridefiniranno completamente l’industria globale del viaggio nei prossimi 10 anni.

Forse l’aspetto emergente più importante è la crescita di una Maturità Digitale. Nel 2014 il cyber-spazio e le tecnologie associate non vengono più percepite come novità sorprendenti. Stanno entrando a far parte della nostra quotidianità.

In Cina, secondo il China Internet Network Information Center, 464 milioni di persone – il 34,5% della popolazione totale – hanno accesso a Internet attraverso smartphone o dispositivi wireless mobili. L’Asia vedrà la più grande crescita del ceto medio – la Brookings Institution prevede il suo triplicarsi fino a 1,7 miliardi entro il 2020 – la cui capacità di spesa produrrà un nuovo atteggiamento nei confronti della tecnologia digitale.

Entro il 2024, la connessione a Internet – e i dispositivi mobili che la consentiranno – farà notizia come oggi la luce elettrica e il riscaldamento centralizzato. La tecnologia si fonderà completamente con la vita quotidiana dei viaggiatori, sia nelle economie sviluppate sia in quelle in via di sviluppo. Secondo Cisco Systems, ci saranno 50 miliardi di dispositivi connessi a Internet entro il 2020.

Contemporaneamente, ci sarà l’esplosione dei viaggi nei Mercati Emergenti di Asia, Sud America e Africa – in particolare dalle regioni che avranno una maggiore espansione economica – poiché la capacità di spesa dei loro consumatori aumenterà enormemente.

Secondo il Boston Consulting Group entro il 2030, l’Asia, l’economia regionale caratterizzata dalla maggior e più veloce crescita al mondo, duplicherà il suo PIL a 67 trilioni di dollari americani, superando le proiezioni del PIL di Europa e America assieme.

Milioni di viaggiatori provenienti dai Mercati Emergenti stanno inaugurando un’era di Mobilità Globale e un’industria di viaggi globale; di conseguenza la domanda per le opportunità e le esperienze di viaggio si espanderà rapidamente nel prossimo decennio.

La World Travel & Tourism Council aveva previsto il 3,2% di crescita dei viaggi globali nel 2013, distanziando facilmente il 2,4% della crescita globale del PIL. Il gap era persino più pronunciato nelle economie emergenti del 2012, quando Cina e Sud Africa segnarono il 7% di crescita nei viaggi globali e l’Indonesia registrò il 6%.

L’esuberanza finanziaria dei Mercati Emergenti sarà un antidoto globale necessario per le continue turbolenze economiche che modificheranno l’attitudine dei viaggiatori dei Mercati Indeboliti – le economie di Europa e USA, la cui crescita negli ultimi cinque anni è stata rallentata dal debito e dall’austerity post-crisi.

Come afferma il report della IPK International sulle Tendenze Globali di Viaggio del 2012/2013: "Un numero sempre crescente di questi Stati non è in grado di pagare i propri debiti; la crisi del debito non è ancora giunta alla fine e il conseguente impatto negativo sulle abitudini dei viaggiatori – la cosiddetta ‘mobilità verso il basso’ – in Europa Occidentale, in USA e in Giappone non può essere escluso".

L’ultimo fattore che ci aiuterà a definire l’industria del viaggio globale degli anni Venti del Duemila è un fattore sociale. Infatti una Bomba Demografica a Orologeria è sul punto di esplodere, vista la crescente età media della popolazione mondiale che non ha precedenti nella storia.

Il secolo scorso è stato testimone del più rapido calo del tasso di mortalità nella storia dell’uomo, con un’aspettativa di vita in continua crescita, da 47 anni nel 1950-1955 a 69 anni nel 2005-2010, secondo l’ONU.

Nel 1950 i bambini sotto i 15 anni erano il doppio degli adulti con più di 60 anni. Per il 2050 il rapporto tra il gruppo che avrà più di 60 anni e quello dei bambini sarà di 2 a 1.

Nel 2024, quindi, il nostro viaggiatore si muoverà in un mondo in cui la domanda di esperienze nuove da parte dei Mercati Emergenti verrà bilanciata dalla prudenza finanziaria dei Mercati Indeboliti Europei e Statunitensi, ancora in via di ripresa.

Per il turista sarà scontato che ogni aspetto del viaggio – dalla ricerca alla prenotazione, dalla partenza al volo – sarà effettuato con l’ultima tecnologia digitale in una modalità spontanea e perfettamente integrata.




Notizie correlate

Metodologia di ricerca

Questo rapporto di Skyscanner è il risultato di un lavoro di gruppo che ha coinvolto 56 esperti – tra editori, ricercatori e networker del futuro delle principali città del mondo – e ha lo scopo di dare un’immagine dettagliata delle tecnologie che si svilupperanno e delle nuove emozionanti destinazioni che caratterizzeranno l’industria mondiale del turismo nei prossimi dieci anni.

Gli esperti

Abbiamo esplorato le tecnologie e le tendenze di viaggio nel futuro, attingendo alla conoscenza operativa di numerosi esperti di fama mondiale, tra i quali il Futurist Daniel Burrus, autore di Technotrends: How to Use Technology to Go Beyond Your Competition, e il Travel Futurologist e Professore, Ian Yeoman.

Abbiamo anche ripreso gli insegnamenti forniti dallo stratega digitale Daljit Singh; da Dave Coplin, Chief Envisionig Officer di Microsoft UK; da Steve Vranakis, Executive Creative Director del Google Creative Lab; da Kevin Warnick, Professore di Cibernetica alla Reading University; e da Martin Raymond, co-fondatore di The Future Laboratory e autore di CreATE, The Tomorrow People e The Trend Forecaster’s Handbook.

È stato richiesto il parere e la competenza dei seguenti esperti di Skyscanner, che, dove possibile, sono stati citati direttamente all’interno del rapporto: Margaret Rice-Jones, Chairman; Gareth Williams, CEO e co-fondatore; Alistair Hann, Chief Technology Officer (CTO); Filip Filipov, Head of B2B; Nik Gupta, Director of Hotels; e Dug Campell, Product Marketing Manager.

In collaborazione con le figure sopracitate, abbiamo utilizzato il network online di The Future Laboratory, LS:N Global, per approfondire la nostra ricerca e per accedere ai dati delle serie annuali di Futures Report di The Future Laboratory, su viaggi, tecnologie, cibo e accoglienza.




Notizie correlate

Immagini

Il Futuro del Viaggio nel 2024 - Parte 1 PDF (2.5Mb)


Il Futuro del Viaggio nel 2024 - Parte 2 PDF (2.5Mb)







Il Futuro del Viaggio nel 2024 - Parte 3 PDF (2.5Mb)







Notizie correlate

Come contattarci

Per ulteriori informazioni su questo rapporto, per favore contatta:

Samantha Ayles

sam.ayles@skyscanner.it

+39 800 176 870

Per maggiori informazioni su Skyscanner visita : www.skyscanner.it

Seguici su:




Notizie correlate